Con la fine di Lucca Comics & Games è tempo di bilanci, soprattutto di riflessioni e sguardi attorno. Abbiamo chiesto a tre figure centrali per il concorso Lucca Junior, il loro punto di vista sul ‘cambiamento’ di quest’anno e ciò che accadrà ora, dopo la proclamazione dei vincitori: Sarah Genovese (curatrice del concorso), Davide Calì (giurato), Valentina Mai (editore, partner del concorso, e giurato).

Sarah Genovese

L’assenza di Livio Sossi è stata palpabile anche durante il festival, il cambiamento è passato attraverso un’assenza. Eppure per tanti, lui c’era e ha lasciato un’eredità importante. Ce ne vuoi parlare?

E’ vero, l’assenza di Livio, come era prevedibile, si è fatta sentire molto, sia durante la riunione della Giuria che si è tenuta in settembre – per la prima volta senza di lui – sia durante il festival. Ma è stata effettivamente un’assenza colmata in tanti momenti diversi dai ricordi dei colleghi che hanno collaborato con lui, degli illustratori che lo hanno conosciuto e da lui sono stati sostenuti, di sua moglie Maura Picinich, che ci ha fatto il grande regalo di essere con noi nei giorni del festival, non solo a ricordarlo, ma anche ad aiutarci a portare avanti quello in cui lui credeva e ad accompagnarci in questi primi nuovi passi. 

Livio c’era ed è nostra intenzione che questi nuovi passi continuino nella direzione che lui ha tracciato, promuovendo un concorso che possa essere insieme un momento di visibilità, sostegno e incoraggiamento per gli illustratori che vengono selezionati, ma anche un’occasione di confronto e di sperimentazione per tutti i partecipanti, come lui sosteneva sempre.

Sono molto felice che Paolo D’Altan, che con Livio ha condiviso tutte le giurie del concorso sin dalla primissima edizione, abbia accettato di diventare il nuovo Presidente di Giuria del Premio. Pur mettendo in atto un cambiamento, era nostra intenzione non snaturare il concorso e, anche se la formula, il nome e i premi in palio sono mutati, l’attenzione e lo sguardo con cui la selezione è stata fatta sono stati quelli di sempre.

Per questo, oltre a Paolo, il mio ringraziamento va anche a tutti gli altri componenti della Giuria 2019: Davide Calì, Valentina Mai e Arianna Papini, le cui scelte, non facili, hanno portato ad un’ottima selezione.

Credo che Livio avrebbe apprezzato questa selezione e la mostra che ne è nata e soprattutto il fatto che, grazie al concorso, molti giovani illustratori possano essere visti, incoraggiati a far vedere i loro lavori, essere supportati e messi in contatto con le realtà del settore editoriale che possono dare loro un futuro.

Cosa aspetta la vincitrice del primo premio di quest’edizione? E gli altri premi speciali?

Il primo premio è stato assegnato alla bravissima Anna Aparicio Català, che pubblicherà con Kite Edizioni il progetto illustrato che ha presentato al concorso, a partire dal testo di Davide Calì. Ne nascerà un albo che sarà distribuito a livello nazionale.

L’albo verrà presentato a Lucca Comics & Games 2020 e, in occasione del festival, saranno organizzate diverse attività, incontri e laboratori per promuoverlo e farlo conoscere in anteprima al pubblico che affollerà Lucca in quei giorni.

Gli altri premi speciali assegnati quest’anno sono stati il “Premio Speciale dell’Editore per lo Storyboard”, alla cui vincitrice, Adalgisa Masella, è stata offerta la possibilità di frequentare uno dei workshop di Kite Edizioni ed una futura pubblicazione, mentre Maria Cristina Trapanese, vincitrice del “Premio per la Miglior Tavola Digitale”, grazie a Wacom, si è aggiudicata un display interattivo con penna Wacom Cintiq 16.

Le Menzioni Speciali Giulia Maidecchi, Irene Penazzi e Flavia Zuncheddu avranno, invece, la possibilità di partecipare gratuitamente ad uno dei workshop organizzati dall’Associazione Autori di Immagini.

Tutti i selezionati sono, inoltre, presenti nel catalogo della mostra che speriamo possa essere un  contributo in più alla promozione del loro lavoro.

Invece per la prossima edizione, si può già raccontare qualcosa? 

Ancora non possiamo anticipare niente, se non che il bando del concorso 2020, come da tradizione, sarà presentato ufficialmente in primavera, in occasione della Bologna Children’s Bookfair. La struttura del premio rimarrà quella di quest’anno ed avremo, quindi, un nuovo testo inedito da illustrare. 

Ci auguriamo che la partecipazione possa essere altrettanto numerosa, sentita, e soprattutto di qualità, come quella di quest’anno.

 

Davide Calì

Il cambiamento da autore: com’è valutare proposte di illustratori sconosciuti e che interpretano e propongono loro idee su una storia tua? Lo spirito della storia è stato colto?

E’ stato un piacere e anche divertente, vedere la storia declinata in così tante forme e interpretazioni. abbiamo ricevuto, se non mi sbaglio, 331 proposte. Dopo una prima scrematura, ne sono rimaste comunque più di un centinaio. in diversi, anzi diverse (erano quasi tutte ragazze) hanno fatto un ottimo lavoro (e infatti le cercherò per altri progetti), in meno hanno colto l’essenza comica della storia. Devo dire che ci è riuscita pienamente la vincitrice, che infatti ha messo d’accordo tutti!

Invece per la prossima edizione, si può già raccontare qualcosa?

Già pensate alla prossima??? Prima… un po’ di riposo! Ne riparliamo a Bologna Bookfair 2020!
 .

Valentina Mai

Quando il cambiamento è anche rischio, in negativo quanto in positivo: pubblicare un libro illustrato per certo, quando l’illustratore certo non lo è e anzi, occorre sceglierlo tra precise proposte sconosciute come in questo concorso, può essere complicato. Alla fine, lo rifaresti? Le proposte, da editore, ti hanno più delusa o più colpita?

Mi ero riservata la possibilità di non pubblicare alcun progetto, ma sarebbe stato per tutti un esito infelice, per cui non nascondo che ero un po’ in pensiero prima di visionare le opere in concorso. Il sollievo è arrivato presto scorrendole, la qualità di molte tra le proposte candidate era professionale e i progetti meritevoli di pubblicazione più d’uno. Al di là del progetto che verrà pubblicato, il concorso è stato anche un’opportunità per scoprire delle personalità interessanti. Quindi sì, lo rifarei.

 

****

Il concorso Lucca Junior 2019 è stato realizzato da Lucca Comics & Games in collaborazione con Kite EdizioniBook on a Tree, con il patrocinio dell’Associazione Autori di Immagini e il supporto di Wacom.

****

Photo credit immagine in apertura: Concorso Lucca Junior – LC&G
Da sinistra: Davide Calì, Paolo d’Altan, Valentina Mai, Arianna Papini.

Photo credits dalla serata di premiazione al Teatro del Ciglio a Lucca: Mauro Santoro – LC&G 2019