Sono in uscita OGGI per Solferino tre nuovi Libri Corsari! La collana, a cura di Pierdomenico Baccalario, comprende storie senza confini che spaziano nel tempo, dal Medioevo all’attualità, e attraverso i continenti. 

Il nostro Art Director Davide Calì ha chiuso i tre autori nella BOT ROOM e…

Andrea Pau
Nome di Battaglia Magda
Illustrato da Ciro Trezzi

Libri Corsari

Raccontami in tre righe il tuo corsaro.
Varsavia, 1944. Ewa, Konrad e Jacek, quarantasei anni in tre, si uniscono alla Resistenza polacca per cacciare gli invasori nazisti. Hanno un sogno: impadronirsi di un carro armato del nemico, ridipingerlo con i colori della Polonia e liberare la città…

Il romanzo è ispirato a una storia vera: dove l’hai trovata?
Suona retorico (e mi prendo in giro da solo), ma è la storia che ha trovato me. Questa vicenda storica era citata in un documentario che ascoltavo alla tv durante una pausa di lavorazione del mio penultimo libro. Dato che in italiano non ho trovato documentazione e in inglese c’era pochissimo materiale, mi sono armato di pazienza e sono volato a Varsavia. Lì ho finalmente trovato ciò che cercavo, chiudendomi per un’intera giornata nel Museo dell’Insurrezione e facendo domande a tutti, dalle guide agli addetti al merchandising.

Qual è l’avventura che vorresti vivere davvero?
Sono un vecchio fan di Indiana Jones. Vorrei avere sia la sua cultura che la sua attitudine all’azione. E amici in tutto il mondo che mi danno una mano quando sono in difficoltà.

 

Giuseppe Festa
Hiro delle scimmie
Illustrato da Alessandra Vitelli

Raccontami in tre righe il tuo Corsaro.
Nel cuore della foresta del Congo, un anziano studioso di scimpanzé muore in circostanze misteriose. Hiro, un giovane primatologo, viene mandato a sostituirlo. Nel cuore della foresta di Kibila scoprirà chi si cela dietro la morte del professore e dovrà lottare duramente per salvare gli scimpanzé e la loro foresta.

Le tue storie sono sempre ambientate nella natura italiana, ma questa volta hai voluto cambiare location e ti sei spostato in Africa. Come mai?
Ho scelto l’Africa perché non ci sono mai stato, e per me scoprire luoghi sconosciuti è il massimo dell’avventura. Quello che ci voleva per scrivere un Corsaro! Inoltre gli scimpanzé mi hanno sempre affascinato, fin da quando da piccolo visitavo il museo di Storia Naturale della mia città. Sono così simili a noi… ciò ci affascina e ci inquieta al tempo stesso. Proprio la sensazione che prova Hiro nel libro.

Qual è l’avventura che vorresti vivere davvero?
Vorrei tornare indietro nel tempo e imbarcarmi come naturalista alla scoperta del Sud America, come fece Charles Darwin da giovane. L’idea di esplorare una terra in cui vivono animali, piante e popolazioni mai viste mi affascina più di qualunque altra cosa. Purtroppo ciò non è più possibile, perché oggi non ci sono più terre da scoprire. L’unica possibilità per realizzare il mio sogno sarebbe su un altro pianeta. Mi sa che domani scrivo alla Nasa!

 

Christian Hill
La rotta delle Ande
Illustrato da Marco Paschetta

Raccontami in tre righe il tuo corsaro.
Santiago del Cile, 1929 (o giù di lì) Ricardo ha l’hobby della scultura del legno e vorrebbe mandare una sua statuina alla mamma, che fa la ballerina a Buenos Aires. Decide di sfruttare il nuovissimo servizio di posta aerea Aeropostale. Solo che essendo un ragazzino, non si organizza bene e il tizio allo sportello rifiuta la spedizione. Allora Ricardo decide di forzare la mano e caricare la sua statuina direttamente sull’aereo… ma  dovendo sfuggire alle guardie, si ritrova lui stesso a bordo dell’aereo. Si ritroverà a viaggiare sulle Ande su un aereo senza copilota e con i serbatoi di benzina pieni a metà.

Tu spesso scrivi storie di aerei (Il volo dell’asso di Picche, Il ladro dei cieli). Come mai?
Non sono io che scrivo storie di aerei… sono le storie di aerei che si fanno scrivere da me!

In realtà gli aerei sono sempre stata la mia passione. Ho studiato ingegneria aeronautica, ma poi ho deciso di non fare l’ingegnere… però, forse, gli aeroplani hanno trovato il modo di venire fuori lo stesso.

Qual è l’avventura che vorresti vivere davvero?
L’avventura che vorrei vivere…. in realtà sono una persona tranquilla e le avventure preferisco immaginarle che viverle. È per questo che scrivo e non, per esempio, mi lancio con il paracadute. Tra l’altro ho una paura folle delle altezze!

 

Trovate tutti i Libri Corsari sul sito di Solferino negli store online e nelle librerie.